Il Primo Trick dei Producers: Le Aree Tonali

Ciao #Dreamer e benvenuto nel blog dei #MusiCConsigli di Davide Parola.

In questo blog impariamo le vere tecniche di produzione musicale, ossia “come produrre musica a livello professionale…facendo della tecnica uno strumento al servizio del cuore.

Sarebbe a dire:

  • Impostare una base armonica funzionale
  • Comporre una melodia appassionata
  • Fondere tutto in un mix da urlo che mozzi il respiro
aree tonali

#Dreamer il tuo problema è anche il mio

“Per molti anni ho comprato e letto manuali di armonia e composizione, e più ne leggevo meno ci capivo. Regole su regole riguardanti il movimento interno delle voci, cosa fosse giusto, cosa sbagliato. Una gabbia, non funzionava nulla.

Ero frustrato perchè ad ogni passo che facevo sentivo di sbagliare qualcosa e la mia creatività veniva frenata. Ad un certo punto decisi di azzerare tutto. Mi dissi “Ok, facciamo finta di non aver mai studiato musica, cosa mi piace?” inizia ad andare sui brani che amavo. Di tutti i generi, abbandonai i libri per cercare di capire come si concepisce il fare musica OGGI.

Vi assicuro un cambiamento drammatico. Dopo diverso tempo però incominciò a stagliarsi all’orizzonte un quadro ben preciso.  L’unica regola che davvero dovevo rispettare era la mia sensibilità. Decisi di modificare il mio approccio, se sentivo che qualcosa funzionava non me ne fregava niente se la regola diceva che era sbagliato.

Facendo così via via trovai la mia voce…..e se poi a qualcuno così non fosse andato bene tanto peggio per lui. “

Ti ho raccontato un pezzettino della mia storia, che però non va travisata. Non sto dicendo che è inutile studiare, tutto il contrario. Devi studiare tutto il possibile, più che puoi. Applicare quello che studi nella tua musica è fondamentale per crescere. Quello che sto dicendo è che le regole non devono diventare una gabbia, ma devono essere di supporto quando sei in difficoltà creativa. Se fai questo lavoro tutti i giorni può succedere.

Non è che uno si sveglia tutte le mattine e TAC! arriva l’ispirazione. Hindemith ad esempio era uno che scriveva vagonate di musica e quando non era ispirato scriveva lo stesso. Scriveva a mezzo della tecnica.

Al cliente non puoi dire “Oggi non sono ispirato” no?

In questo articolo quindi parliamo di un trick che a me in diversi casi ha salvato la vita: Le Aree Tonali.

Non tutti lo conoscono ma è un mezzo per diventare padroni dell’armonia… in alternativa potresti leggere Il Walter Piston, bellissimo testo di armonia, carico di informazioni sul movimento delle voci, l’armonia classica, l’atonalità….forse un pò TROPPO CARICO.

Maledette Aree Tonali, decidete il destino di un brano ma nessuno parla di voi.

Aree Tonali

Ma quindi in cosa consiste questa tecnica?

Le aree tonali sono un modo di raggruppare gli accordi in tre grandi gruppi che ti renderanno chiarissimo come riprodurre le successioni armoniche dei Pro.

Una successione armonica è una sequenza di accordi organizzata ad arte. Ad esempio Avicii era bravissimo nel creare successioni armoniche in grado di farci sognare..Per farti capire di cosa sto parlando ti mostro subito un esempio.

In Without You  ,che sicuramente conosci, utilizza le aree tonali , seguimi:

D                       G     D
You said that we would always be
D                   A       D
Without you I feel lost at sea
D                           G        D
Through the darkness you’d hide with me
Bm                     A        D
Like the wind we’d be wild and free

Avicii era un vero #dreamer, questa successione armonica ha un insieme di elementi differenzianti, che la rendono riconoscibile, memorabile e unica.

Avicii

Vuoi sapere quali sono le aree tonali?

Te lo dico subito.

Possiamo organizzare gli accordi in tre grandi gruppi, che ne definiscono anche la funzione:

  • Area di Tonica
  • Area di Sottodominante
  • Area di Dominante

A che serve questa divisione? se non lo sai non è di certo colpa tua, ma di un sistema didattico che non funziona.  Un sistema che tende a complicare tutto in un periodo dove le persone cercano l’immediatezza dell’emozione.

Organizzare gli accordi in aree tonali serve a definirne la funzione. Ti permette di  assegnare ad ogni accordo un ruolo preciso nella tua successione, in maniera che le persone rimangano incollate alla tua musica.

Aree Tonali

Aree tonali: funzioni e gradi

Ti catalogo al volo le funzione e i gradi che fanno parte di queste aree nelle tonalità maggiori :

  • Area di tonica – relax effect : I – III – VI grado
  • Area di sottodominante – suspended effect (tende alla dominante) : II – IV grado
  • Area di dominante – tension effect (tende alla tonica) : V – VII grado

Ok, attenzione perchè questo schema è oro nelle tue mani e adesso ti dico una cosa che ti devi tatuare nella mente per poi usarla con il cuore.

Gli accordi appartenenti alla stessa Area Tonale sono intercambiabili, questo perchè hanno la stessa funzione e lo stesso effetto su chi ascolta la tua musica.

Esempio? esempio!

Ipotizziamo che un tuo brano sia in Do maggiore e attacchi con un DO. Do è il primo grado della tonalità e fa parte dell’area di tonica e genera un effetto di stasi, di riposo.

Quali altri gradi della scala hanno questa funzione? guarda il magico schema:

  • Il terzo e il sesto

Perfetto puoi sostituire il primo grado con uno di questi due accordi. Una volta potresti usare il primo grado, poi al giro successivo potresti sostituire il primo con il sesto e poi magari tornare ad utilizzare il primo grado.

#MusiCConsiglio

Se Fanno parte della stessa area tonale e hanno lo stesso effetto emotivo

ALLORA SONO INTERCAMBIABILI

Funziona così per tutto lo schema. Però attento a non confonderti. Sono intercambiabili solo se hanno la stessa funzione. Questa tecnica ti permette di creare grande varietà e rendere le tue successioni armoniche il mezzo per esprimere bene il tuo modo di concepire la musica, il tuo cuore.

aree tonali

LE AREE TONALI : le fondamenta di un impero

Se hai tutto chiaro puoi proseguire a leggere altrimenti torna indietro e ripassa.  Adesso devi fare pratica, tanta tanta pratica. Vediamo una successione armonica di base, la madre di tutte le successioni armoniche, e su quella costruiamo il nostro impero.

Aree Tonali

Questa è la base e la radice di ogni cosa che farai in futuro.  Adesso sai quale sensazione si lega ad ogni grado e area tonale.  

Se vuoi creare un senso di sospensione sai che devi usare uno degli accordi che provengono dal gruppo di sottodominante. Se vuoi creare relax adesso sai che devi usare uno degli accordi che provengono dal gruppo di tonica.

Ok! Adesso complichiamo un pò la situazione e incominciamo a sostituire gli accordi con altri provenienti dalle stesse aree tonali:

Vedi delle differenze? ho sostituito due accordi rispettando il #MusiCConsiglio:

#MusiCConsiglio

Se fanno parte della stessa area tonale e quindi hanno lo stesso effetto emotivo

ALLORA SONO INTERCAMBIABILI

Come vedi, al posto del Fa che è il IV grado, ho messo il Re minore, II grado della tonalità di Do maggiore. Il II grado  fa parte del gruppo di sottodominante e quindi genera una sensazione di sospensione.

Poi, al posto del primo grado, il Do, ho messo un La minore. Il La minore è il VI grado della tonalità di Do maggiore è fa parte del gruppo di tonica,  quindi come il Do genera una sensazione di riposo, relax.

Hai capito come funziona questa faccenda? Adesso mettiamo tutto insieme e suoniamo:

DO – Fa – Sol – Do

DO – Rem – Sol – Lam

Che ne dici? Già così suona diverso, stai facendo qualcosa con una coscienza diversa. Stai alternando con padronanza momenti di riposo a momenti di tensione. Non a caso ma con padronanza della materia.

Davide_Parola

Pensa quando sarai in grado di aggiungere tensioni com le none, le settime o gli accordi sus.

Per ora ci fermiamo qui, fai molta pratica. Ad esempio creando successioni armoniche in Sol maggiore o Re maggiore.

Nella seconda parte dell’articolo analizzeremo insieme il brano di Avicii di cui ti ho accennato. Ora che hai capito il sistema delle aree tonali sarà semplice tradurre la grandezza di questo artista.

Adesso concentrati sulla tecnica delle aree tonali e fai tua questo trick, crea molte progressioni cercando di trovare tutte le combinazioni possibili.

Fidati di te, vedrai che ad un certo punto diventerai padrone di questo modo di fare musica e potrai usarlo come mezzo per esprimere al meglio il tuo modo di essere.

Ti saluto #Dreamer e  se non vuoi perdere i prossimi #MusiCConsigli:

Lascia un Mi piace sulla pagina facebook:

https://www.facebook.com/davideparolacomposer/

E seguimi sul mio canale Youtube:

https://www.youtube.com/c/DavideParolaComposer

Buono Studio

2018-11-09T13:53:40+00:00