Gli Shell Voicings e l’utilizzo delle Estensioni sulla Chitarra

Cosa sono gli shell voicings?

Gli shell voicings sono una forma ridotta della quadriade che viene sintetizzata in tre sole note. È importante che le tre note rimaste esprimano bene il colore dell’accordo.

Per questo motivo si elimina il quinto grado e si preservano fondamentale, terza e settimaQueste ultime due prendono il nome di note guida e sono quelle che meglio esprimono la natura degli accordi. 

Chiarito questo punto una piccola raccomandazione.

Il futuro è condivisione...come il passato.

Se stai leggendo questo articolo è perché sei un musicista che vuole migliorarsi e questo è davvero lodevole, io sono come te.

La buona notizia è che non siamo soli. Ci sono molti altri come noi. Tra iscritti e sostenitori siamo a quasi più di cinquemila persone. 

Cinquemila persone che come te seguono i miei contenuti, li apprezzano e con grande coerenza e bontà decidono di premiarmi. Mi sostengono in maniera concreta iscrivendosi al mio canale Patreon.

ll loro e il tuo contributo mi permette di tenere bassissimi i prezzi dei miei videocorsi online nonostante il loro grande valore e di continuare questa stupendo lavoro di divulgazione musicale.

Basta un solo semplice euro. 

Ti ringazio per la tua attenzione e ti auguro buon divertimento con tutto il materiale che ti aspetta dall’altra parte.

 

sostienimi

Gli shell voicings e l’utilizzo delle estensioni sulla chitarra

Per comprendere l’argomento degli shell voicings devi aver studiato questi articoli:

Se hai sviluppato bene questi argomenti trarrai il massimo da questo e dal prossimo articolo. Di che parliamo? iniziamo a fare musica in maniera più autorevole.

Togliamo il superfluo e aggiungiamo l’essenziale

Cos’è essenziale?

Per arricchire il nostro linguaggio è essenziale aggiungere le estensioni nei nostri accordi.  Siccome non abbiamo dita infinite dobbiamo decidere cosa sacrificare per aggiungere 9, 11 e 13. 

La prima nota che possiamo eliminare da tutti gli accordi maggiori e minori è la quinta. Otterremo queste forme:

  • Maj7: 1 ,3, 7.
  • Settima di dominante: 1, 3, 7b.
  • Min7: 1, 3b e 7b.
Shell voicings maggiori e minori

Spiegone da scienziato

Queste forme funzionano perfettamente perchè eliminando la quinta lasciamo inalterati i toni guida degli accordi ovvero 3 e 7. Questi due gradi insieme alla fondamentale sono essenziali per esprimere modo e colore dell’accordo. 

Shell voicings: semidiminuiti e diminuiti

Per gli altri accordi?

Per quanto riguarda invece gli accordi semidiminuiti e diminuiti non possiamo toccare la 5b perchè è la nota più caratterizzante quindi siamo costretti a sacrificare la 3b ottenendo così una forma impropria di questi due accordi. 

  • Semidiminuito: 1, 5b, 7b.
  • Diminuito: 1, 5b, 7bb (6).

Forma impropria che grazie alla presenza di 5b e 7b  (7bb per l’ accordo diminuito) comunque comunica perfettamente le loro qualità tensive.

Tutti questi  accordi sono gli shell voicings e su di essi costruiremo il tuo suono

Shell Voicings semidiminuito e diminuito

Shell voicings e accordi di nona

Ora che abbiamo lo spazio aggiungiamo la nona a tutte queste forme di base:

  • Maj7/9: 1, 3, 7, 9.
  • 7/9: 1, 3, 7b, 9.
  • Min7:  1, 3b, 7b, 9.
  • Semidiminuito: 1, 5b, 7b, 9.
  • Diminuito: 1, 5b, 7bb (6), 9.

Eccole su spartito:

Shell voicings con aggiunta della nona

Se sei un chitarrista devi conoscere almeno due posizioni per ognuno di questi voicings. Quali?

  • Una con la tonica sulla quinta corda
  • Una con la tonica sulla sesta corda. 

Sul mio profilo patreon trovi gli schemi da scaricare e ogni posizione  spiegata nel dettaglio.

Ecco la videlezione: Le posizione degli shell voicings. 

II - V - I e la conduzione delle parti

Come hai visto imparare gli shell voicings è fondamentale per salire di livello. Non solo, inserirli nel nostro modo di suonare ci dona un altro grande beneficio, quale? Seguimi.

Noi creiamo le nostre successioni armoniche passando da un un accordo all’altro. Come sai gli accordi sono composti da più note. 

Passando da un accordo all’altro quindi muoviamo queste note in diverse direzioni. Questo movimento si chiama “conduzione delle voci”.

Questa conduzione armonica può essere fatta in maniera elegante e meno elegante. Grazie alle due forme degli shell voicings otteniamo quasi automaticamente una conduzione delle voci ben fatta

Come lo capiamo?

Facciamo un esempio studiando il II – V – I  che è praticamente la successione armonica universalmente più usata in musica dal 1700 ad oggi. 

Shell voicings e II - V - I

Questa successione è allo stesso un tempo semplice e potentissima. Perchè?

Perchè riassume quasi tutti i colori armonici presenti nella scala maggiore: maggiori, minori e 7 di dominante.. 

Avremo quindi:

  • Accordo costruito sul II grado: Min7
  • Accordo costruito sul V grado: 7
  • Accordo costruito sul I grado: Maj7

Suoniamoli inserendo da subito la nona in tutti gli accordi: 

Shell voicings II_V_I base

Come vedi il movimento delle voci fra un accordo e l’altro è estremamente misurato. Ci sono pochi spostamenti.

Il nostro orecchio apprezza molto questa continuità di suono. Viene percepita come una buona condotta delle voci. 

Ti suggerisco di suonare e ascoltare bene il risultato. 

Shell voicings e II - V - I dopato

Capito il meccanismo proviamo a dopare un po l’accordo di dominante inserendo anche la tredicesima.   

Ecco la progressione:

  • II min 7/9
  • V 7/9/13
  • I Maj7/9

Ecco la parte:

Shell voicings II_V_I dopato

Shell voicings: conclusioni.

Come hai visto tutto il lavoro svolto fino ad ora incomincia a dare i suoi risultati. 

Sulla base di quello che hai imparato oggi andremo a studiare i quattro principali colori del II – V – I. Colori che potrai aggiungere alla tua palette di accordi per rendere il tuo suond sempre piu interessante.

Per ora ti ringrazio di cuore per l’attenzione e ti ricordo che cliccando sul pulsante qui sotto potrai accedere ai corsi gratuiti del mio Laboratorio Musicale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *