Arrangiamento Musicale: il significato a cui non avevi pensato

Ciao e benvenuto sul mio sito. Oggi si parla di che cos’è un arrangiamento musicale. Inizierei con il darne una definizione (tecnica ma comprensibile). Un arrangiamento consiste :

Nella moderna elaborazione di un brano musicale.

Come definizione generale può andare. Certo ci dice poco sul processo che porterà alla creazione di una traccia musicale arrangiata e finita. Direi di appronfondire.

Per precisione premetto che questo articolo interessa sopratutto chi fa sul serio nella musica. Mi rivolgo a te, che hai l’urgenza di comprendere per bene i passi da compiere. I passi per far partire un progetto credibile. Parlo a chi si muove con professionalità e amore per questa disciplina.

Torniamo alla nostra definizione e cerchiamo di andare in fondo alla questione. Abbiamo detto che un arrangiamento, il significato scusami di questa disciplina consiste :

Nella moderna Elaborazione Di Un Brano Musicale

Partiamo dalla fine, per assurdo si parte da lì. Per iniziare a lavorare ad un arrangiamento devi avere uno o più brani musicali pronti, finiti. La cosa ideale sarebbe averne quattro, più avanti ti spiegherò perchè. Quattro brani belli e finiti, ma belli belli, il meglio che puoi fare. Per brano finito intendo una canzone della durata media di quattro minuti  e comprensiva di tre cose fondamentali:

  1. Un testo ben scritto: non una poesia ma un testo che rispecchi bene la struttura della forma canzone moderna. Non lo puoi scrivere a caso.
  2. Una linea melodica: la linea melodica è la sequenza di note che canti. Se vuoi fare una cosa seria la devi trascrivere e poi depositare in siae.
  3. Una successione di accordi: deve esserci una base armonica.  Hai scelto i migliori accordi possibili? sei sicuro di aver usato bene le qualità tensive dei gradi della scala? in questo articolo ti parlo delle aree tonali. Vedi se ti può essere d’aiuto.

Così puoi partire con un progetto serio, una cosa presentabile, altrimenti niente. Non vieni considerato un professionista.

vst_gratis
creare_musicaa_al_pc
arrangiatore_musicale

Arrangiare una canzone: l’approccio moderno

Andiamo avanti nella definizione di arrangiamento. Abbiamo capito quali requisiti devono avere i nostri brani musicali. Ora vediamo quelli di un buon arrangiamento musicale. Ripropongo la definizione:

  • La moderna elaborazione di un brano musicale.

La frase in rosso ti dice tutto. Arrangiare una canzone vuole dire questo: creare delle basi musicali, originali e moderne. Moderne e originali. Ti chiarisco al volo la parte tecnica e poi torniamo a parlare di questo concetto.

Allora una volta che hai una canzone pronta contatti un arrangiatore musicale e gli spieghi le tue esigenze:

  • Che genere di musica vuoi fare? rock, pop, elettronica. Insomma come deve suonare la tua canzone?
  • Quali strumenti vuoi inserire nel brano? chitarre, archi, batterie, una cornamusa…va definito bene.
  • Quale impatto sonoro vuoi realizzare in fase di mix? Ad esempio hai deciso per un arrangiamento rock, in fase di mix potresti voler tirare fuori un impatto sonoro simile a quello degli AC/DC in Back in Black.

Ce le hai chiare queste cose? ci avevi pensato? se non ti erano venute in mente e ti sto facendo vivere l’effetto panorama scrivimi che ti do una mano. Vedrai che dopo una chiacchierata tutto prenderà forma e poi ci conosciamo e si fa rete. Comunque ho ampiamente trattato la fase tecnica. Trovi tutto in questi articoli nel blog della musica di Silvia Spadon. Intanto ricapitoliamo con un’info grafica!

Arrangiare un brano: bastano 25 anni ?

Torniamo alla nostra definizione, quella ce ci spiega cosa vuol dire arrangiare un brano,  e riduciamola ai minimi termini. Prendiamo la parola Moderno.

  • Moderno: In particolare di oggetti artistici, d’arredamento e simili, che costituiscono espressione di un gusto e di una sensibilità tipicamente attuali. 

Definizione gentilmente fornita da Treccani. In sintesi, escluse particolari scelte stilistiche, il tuo brano dovrà essere arrangiato secondo il gusto attuale. Per gusto attuale intendo le scelte estetiche che investono una generazione. Possiamo individuare quest’ultima in un arco di tempo di circa 25 anni. Anche se personalmente non mi spingerei così oltre..

Arrangiamento Pop: le mode della popular music

Non è un caso che le mode dei decenni passati tornino ciclicamente in voga, sopratutto per quanto riguarda lo stile dell’arrangiamento pop e le colonne sonore. Negli ultimi anni stiamo davvero ascoltando molta musica simile a quella degli anni ottanta, è tutto pieno di elettronica. Ad esempio la sigla di Stranger Thing. Perchè è stata un successo questa serie? Riflettici, sono scelte pensate bene….non è un caso.

C’è un mercato che si muove e che deve fatturare. Questo mercato si muove come si muove il popolo…ma non mi voglio dilungare su questo.

Come arrangiare un brano: Elaborare e Coordinare

Torniamo a noi e veniamo a vedere come arrangiare un brano, cosa significa questa procedura. Manca da analizzare la parola elaborare. Analizziamo anche di questa il significato letterale:

  • Elaborare:  sviluppare, svolgere un progetto, un lavoro, ecc. mediante un’attenta coordinazione e trasformazione degli elementi di base fino a dar loro una sistemazione e una forma compiuta e rispondente al fine voluto.

Ed ecco come si arrangia un brano, qual’è il processo… “Sviluppando un lavoro…mediante un’attenta coordinazione e trasformazione degli elementi di base” 

L’elemento di base deve essere la canzone, quella che si diceva all’inizio: testo, linea melodica e accordi. Una cosa fatta bene. Sulla base di questi elementi poi l’arrangiatore farà sbocciare il tuo talento. Coordinerà le sue competenze per trasformare il tuo lavoro in un brano finito e completo di:

  • Il giusto groove di basso e batteria. Per giusto intendo un approccio che esalti la linea melodica. Giusto per la tua canzone;
  • Delle belle ritmiche di chitarra acustica. Ritmiche coadiuvate da dei vocing pensati per sostenere la voce e non disturbarla.
  • Un moderato uso dei Synth per riscaldare il brano
  • All’occorrenza un muro di chitarre elettriche, una big band. Insomma tutto quello che potrebbe servire a far grandi i tuoi singoli.

Finito il lavoro dell’arrangiatore e del suo team i brani saranno pronti per:

  • Essere inviati ad un etichetta;
  • Essere inviati ad un concorso. Sanremo Giovani ad esempio;
  • Essere distribuiti su tutti gli store digitali;
  • Essere eseguiti dal vivo.

Ci sarebbero molte altre cose da dire, che per brevità non tratterò qui, ma che puoi trovare sul mio canale you tube. Per il momento spero di averti dato un’idea chiara di che cosa voglia dire arrangiare un brano. Provo a fare una sintesi massima:

  • L’arrangiatore musicale non fa altro che prendere la tua voce, la melodia originale che canti, e circondarla di strumenti musicali. Strumenti che hanno l’unico scopo di esaltare questa melodia. Chiaro?

Ok siamo in chiusura. Arrivati a questo punto (finalmente)ti dico perchè sarebbe coscienzioso avviare un progetto con quattro canzoni pronte, arrangiate con calma e in maniera efficace.

 

Fare musica professionalmente: Quattro è un numero magico…?

Allora se hai quattro brani ben strutturati, brani di cui sei convinto, puoi iniziare a pensare gli arrangiamenti o eventualmente contattare un compositore arrangiatore. Non conviene tirarla alle lunghe, se sei contento della tua produzione parti subito. Inizia a valorizzare il frutto del tuo talento, il tempo passa in fretta e si rischia di perdere il treno. La possibilità di fare musica professionalmente.

Dicevo che la cosa ideale sarebbe avere quattro brani pronti . Brani di cui farai fare l’arrangiamento. Perchè quattro? che è un numero magico?…beh questo non lo so ma l’industria discografica moderna si muove così. Tiri giù quattro singoli che urlino forte chi sei davvero e inizi la promozione. Fai uscire un singolo a stagione (circa, non è una regola) e copri tutto l’anno. Tra l’uscita di un singolo e l’altro, ripeto: fai promozione.

Te lo scrivo grande: FAI PROMOZIONE. Puoi avere le canzoni più belle del mondo, con degli arrangiamenti che neanche Ariana Grande ma se non fai promozione: niente da fare per te, rimani in cameretta. Mi dispiace ma è così.

Visto che ho menzionato Ariana Grande ti dimostro che non ti racconto favole ma che i più grossi si muovono secondo uno schema.

arrangiamento_musicale

Ariana Grande: case study

Andiamo a vedere un po di storia della musica moderna.

L’otto febbraio 2019 per la Republic Records esce il quinto album di Ariana Grande: Thank U, NextPrima e dopo questa data sono usciti in tutto quattro singoli. Ti riporto l’articolo di wikipedia per semplicità:

  1. “Ancor prima dell’annuncio dell’album, il 3 novembre 2018 Ariana Grande ha pubblicato il primo singolo ufficiale, l’omonimo Thank U, Nextpresentato per la prima volta dal vivo quattro giorni più tardi al The Ellen DeGeneres Show.”
  2. “Il primo e unico singolo promozionale estratto dall’album è stato Imagine, uscito il 14 dicembre 2018 e presentato quattro giorni dopo dal vivo al The Tonight Show Starring Jimmy Fallon.”
  3. “7 Rings è stato pubblicato come secondo singolo ufficiale il 18 gennaio 2019.”
  4. “Il 12 febbraio 2019 è stato pubblicato come terzo singolo ufficiale Break Up with Your Girlfriend, I’m Bored, traccia di chiusura dell’album”

Per riassumere abbiamo tre singoli ufficiali più uno promozionale. Quattro canzoni estratte dall’album prima e poco dopo la sua pubblicazione. Tecnica di marketing classica per tenere alto l’hype intorno a questo evento.  Nel frattempo uscivano comunicati stampa su ogni sito, rivista, canali you tube, facebook….insomma uno spamming disperato.

Ti metto il link dell‘articolo completo di wikipedia rispetto all’uscita di quet’album, è interessante.

Venendo a noi, secondo le tue forze dovresti provare a fare una cosa simile. Arrangiare tutto un’album per un artista senza un’etichetta alle spalle può essere molto oneroso, ma quattro singoli in un anno è una spesa possibile.  Obbligata se vuoi fare questo lavoro. Altrimenti meglio lasciar stare…

Lo scopo sarebbe fare uscire un singolo a stagione, non lontano dalle festività principali o eventi particolari.  Ad esempio se inizi d’estate un momento perfetto potrebbe essere la fine della scuola, intorno alle vacanze. Le persone in quel periodo hanno più tempo e possono ascoltare musica, anche la tua.

Comunque la promozione non è il mio lavoro, io mi occupo appunto di arrangiare e comporre, ma volevo farti vedere che dietro a questo mondo ci sono dei professionisti che si muovono con criterio. Non ti puoi improvvisare se vuoi fare centro.

Ti segnalo il materiale di un discografico del settore che stimo molto:  Michele Maraglino, si occupa proprio di questo argomento.

arrangiamento_musicale

——————————————————-

Arrangiamento Musicale

Arrangiamento Musicale: il significato a cui non avevi pensato

Allora tiriamo le somme di questo discorso. Abbiamo capito che per far sul serio in questo mondo ci servono:

  • Come minimo quattro singoli ben scritti per coprire un anno di lavoro;
  • Un arrangiatore competente a cui affidare i nostri brani;
  • Una strategia di marketing come si deve per far promozione sui social, nelle radio, dal vivo.

Se viene a mancare uno di questi punti crolla tutto il castello. Se la tiri troppo alle lunghe perdi l’entusiasmo.  Se non sei convinto di quello che fai lascia perdere subito. Rinuncia in partenza perchè questo lavoro è una lotta contro se stessi e gli altri. Ci vogliono le spalle larghe e parecchie competenze.

Viceversa se hai deciso di strutturarti come si deve, ti muovi nei giusti tempi e sei sicuro dei tuoi passi…Beh! Ti faccio i migliori auguri per il tuo percorso e ti assicuro che non vedo l’ora di ascoltare che cosa farai. Un giorno magari ascolterò un tuo brano e penserò con orgoglio, che un pochino con questo articolo, ho contribuito alla tua riuscita.

Ti ringrazio di cuore per avermi seguito fino alla fine!

Ci sentiamo presto!

Scrivimi pure se ti occorrono chiarimenti riguardo l’articolo.